Facebook

Compartir


 

 

Dogo Argentino

 

20.05.2003 |
Cinofilia Italiana
 





Intervista a Decio Salvatori Handler del Dogo Argentino Best In Show Adulto di SICALAM Publicado en http://www.cinofiliaitaliana.it
Cosa ci dice in questo momento?

La verità è che avevo molta fiducia che nei giovani sarebbe andata molto bene,ma non ho mai pensato che potevo vincere anche il Best in Show degli adulti, è stata una continua emozione, perché mano a mano che i giudici lo esaminavano rimanevano a parlarmi descrivendo tutti i pregi che il cane possedeva: l'ottimo movimento nella andata e ritorno,lo straordinario movimento laterale,lo show,l'atteggiamento del cane,che ama i ring; quando più di un giudice ti trattiene con tutti questi commenti,non si può far finta di niente, mi dicevo “ sta per succedere qualcosa di molto importante”.

Ma c’è qualcosa di più importante, qualcosa che sta al di sopra dell’ allegria di Decio (prosegue lui),che davvero è stato eccellente, è il credere sempre che tutto quello che viene da fuori è migliore e non valorizziamo quello che c’è da noi . Il DOGO ARGENTINO è ammirato e apprezzato in tutto il mondo,e qui in Argentina, non lo teniamo in considerazione e non sappiamo distinguere le persone che non hanno la capacità per avere cani, che vogliono canalizzare le proprie frustrazioni ed essere cattivi, attraverso i loro cani, sono loro i colpevoli della cattiva fama del dogo. Poi se un cane morde un bambino e se questo cane è un dogo, esce sui giornali,

è sufficiente che soltanto un dogo morda, che la razza venga nominata assassina,allora torno a ripetere, questi episodi sono per mancanza di controllo del cane senza dubbio, ma il problema più grave,secondo me, che la vera colpa è di un gruppo di persone, la razza non merita questo.

Tu stai dimostrando al pubblico che il Dogo è buono,no?

In realtà non io,bensì il cane stesso,quando la signora Elke Pepper ha finito il giudizio,il cane saltando salutò me, poi saltò ancora e baciò Elke Pepper, è così e con tutti, io non ho fatto nulla, è lui stesso così.

Vincere Sicalam?

Molti sorrideranno perché non è l'immagine mia abituale, ma sono stato per un bel po’ senza parole, con un nodo alla gola.

Come vedi la Mondiale del 2005?

Bisogna lavorare molto nella parte fisica del cane,le qualità ci sono,il movimento c’è,ma bisogna

che metta dei chili e muscolatura, per diventare un adulto, che possa vincere oppure perdere, ma che qualsiasi giudice di sicuro,guarderà attentamente.

Hai vinto Sicalam,quale è stata la prima persona che hai pensato?

Mentre entravo nel ring della finale,mi sono venute alla memoria,vecchie fotografie di Gonzalito quando vinceva con i Dogo.

Hai avuto congratulazioni e saluti da qualcuno... HA HA HA?

Si,qualcuno...

Natalia Pezza

(Assistente di Decio Salvatori)

 

 
Decio Salvatori - All Breed Professional Handler
Diseño: Gerardo Dayer